Skip to content

VUOI INVIARCI UNA RICHIESTA? PRIMA LEGGI QUI!

Riceviamo molte richieste che non possono essere prese in considerazione, non rientrando nelle finalità e scopi di una Associazione Rescue. 

Se sei venuto a conoscenza dell’esistenza dell’Associazione Leon’s Pug Rescue Salvacarlino e stai pensando di inviarci una richiesta , gentilmente prendi visione delle informazioni seguenti, e di quelle indicate alla pagina Come Fare Richiesta di Adozione, prima di contattarci.

Precisiamo che non si risponde a richieste\ e-mails inviate senza tener conto di quanto specificato in questa pagina. ( la risposta è già qui ). Grazie per la vostra attenzione. 

Prima di contattarci, gentilmente considera che :

L’esperienza  della razza (avere o avere avuto un carlino) costituisce un  requisito sempre preferibile e prioritario, per  tutte le nostre adozioni .  Naturalmente tale esperienza della razza non è requisito sufficiente, qualora non risulti supportata dalla verifica di idoneità del richiedente in base a  tutti i parametri richiesti.

Vengono invece sempre considerate con grande attenzione eventuali richieste che presentino esperienza con altri cani, purchè la tipologia ed esperienza descritta sia da noi ritenuta equivalente.

Non sono invece mai possibili adozioni tramite la nostra associazione come “primo cane” .

PERCHE’ ?  Perchè i carlini adottati tramite noi sono sempre adulti , a volte anziani, spesso provenienti da situazioni di sofferenza, sempre provenienti da situazioni inadeguate, o divenute tali. Nonostante i nostri adottati siano ormai quasi 500, la realtà di un’associazione rescue è una goccia nel mare rispetto alle migliaia di cani in attesa di adozione nei canili di tutto il mondo. Il carlino è un cane particolare, fisicamente e caratterialmente. Moltissimi tra i carlini da noi affidati, adulti quando non anziani, e sempre provenienti da situazioni palesemente non idonee , provenivano appunto da famiglie che , tanti anni prima, avevano”voluto” proprio il carlino, perché buffo- dolce- simpatico- altro. Un’adozione rescue poggia su regole precise e non modificabili. Questo naturalmente non vuol dire che chi non ha mai avuto un carlino non possa essere o diventare un ottimo “genitore”, o proprietario che dir si voglia; nella selezione dei nostri adottanti cerchiamo però sempre di escludere ogni tipo di incognita dovuta a inesperienza,in considerazione delle caratteristiche fisiche e caratteriali del carlino,delle non prevedibili modalità del periodo di adattamento ( essendo ogni caso diverso)  e dell’esperienza necessaria richiesta per questa razza soprattutto se proveniente da situazioni di abbandono\maltrattamento\cambio di famiglia, come sempre nel nostro caso.

IL “CUCCIOLO DI CARLINO IN ADOZIONE” , NON ESISTE :  E se esiste, è perchè è malato, o proviene da sequestri e condizioni di estrema sofferenza. Spesso, entrambe le cose insieme. Ci permettiamo di ricordarti che se il tuo scopo principale è quello di diventare proprietario di  un cane di razza carlino devi rivolgerti ad uno dei tanti allevamenti presenti in Italia.

NON E’ POSSIBILE “SCEGLIERE” , NE’ “VENIRE A VEDERE PRIMA” : Ogni carlino a noi affidato normalmente si trova  in stallo (ospite coccolatissimo) in private abitazioni presso nostri collaboratori di massima fiducia , i meravigliosi “zii salvacarlini” , oppure raramente può trovarsi presso altra struttura (solo se in canile) . Non esiste quindi un posto dove “venire a vedere”. Naturalmente comprendiamo che non tutti i richiedenti possano intendersi disponibili per un carlino anziano, o malato, ed una eventuale preferenza da parte del richiedente in fase di valutazione per un carlino “non problematico”, se supportata da motivazioni reali, credibili, e soprattutto espresse nel rispetto del lavoro e delle regole della nostra Associazione , viene sempre considerata con attenzione, al fine di selezionare la famiglia realmente adatta ad ognuno dei nostri carlini (e MAI viceversa).

Gli incontri con il carlino sono invece obbligatori, dopo la conferma dell’adozione e prima dell’affido, essendo il futuro adottante  tenuto a presentarsi ad almeno tre o più incontri con il carlino , nel posto in cui lo stesso si trova ( a casa dei suoi zii salvacarlini). Gli incontri sono necessari per aiutare il carlino a prendere confidenza con la sua nuova famiglia prima di lasciare i suoi zii, il momento del distacco viene sempre gestito con la massima precauzione e preceduto dal numero di incontri che si ritiene necessario. 

Ogni carlino in cerca di casa ha per noi lo stesso diritto di trovare un adottante “dieci e lode” , che sia giovane o sano, anziano o malato. Sulla base dei questionari di valutazione inviati dai richiedenti, vengono di volta in volta contattate le persone a nostro parere potenzialmente idonee all’adozione in corso, al fine di poter completare le procedure di valutazione.Il richiedente ha naturalmente facoltà di rifiutare l’adozione che viene proposta, e questo rifiuto va espresso chiaramente e nel momento del primo contatto ( esempio: venite contattati per un carlino di otto anni. Dite di no. Noi proseguiamo la nostra ricerca altrove).

NON VERRANNO PRESE IN CONSIDERAZIONE RICHIESTE “CONTO TERZI”; per cortesia non scrivete per conto di parenti, o amici , o in ogni caso se non siete voi i diretti interessati .

NON VERRANNO PRESE IN CONSIDERAZIONE RICHIESTE “PER I BAMBINI”.  I cani non sono giocattoli, nè si può fondare la richiesta di adozione di un essere vivente, per di più spesso proveniente da situazioni difficili o non idonee, sulle mutevoli ( giustamente) opinioni di un bambino , al quale in ogni caso non spetterebbe la cura (impegnativa) nè la tutela ( obbligatoria per sempre) dell’adottato. Un carlino adulto adottato , vero, in carne e ossa e zampe e coda, e sentimenti ,  sarà senza ombra di dubbio MOLTO diverso dall’immagine concepita dalla fantasia o dal desiderio di un bambino. Sotto questo aspetto vale la pena ricordare ancora che buona parte dei carlini da noi oggi felicemente affidati alle loro nuove famiglie per sempre, provengono da altrettante famiglie che li avevano acquistati da cuccioli per compiacere i propri figli. Sicuramente ci sarà un larghissimo numero di ottime famiglie in cui questo non succede, ma noi ci occupiamo di adozioni, e questa è per noi una regola non modificabile.

SE QUELLO CHE CERCATE E’ LA GARANZIA DI UN CARLINO “PERFETTO”, NEL PRESENTE E NEL FUTURO, NON E’ A NOI CHE DOVETE RIVOLGERVI. Moltissimi tra i nostri adottati erano già  perfettamente sani al momento dell’affido, o sono oggi in perfetta salute ( è il caso di moltissimi carlini e carlini assolutamente sani,  salvo piccoli problemi riscontrati al momento dell’affido,  facilmente risolvibili  con le cure e attenzioni adeguate, che non avevano mai ricevuto prima) ;  molti ancora sono stati affidati con piena consapevolezza delle loro problematiche anche gravi, tuttavia ci sono casi in cui una descrizione , e tantomeno una previsione, esatta non è possibile.L’adozione, sopratutto tramite un rescue di razza, e in particolare di una razza già soggetta a diverse problematiche sia genetiche che derivanti da fattori esterni, non può offrire “garanzie” in questo senso. La sola garanzia che possiamo darvi è che ognuno di loro, dal più giovane e sano al più anziano e malato, ha diritto di ricevere amore, cure e attenzioni adeguate, e ha diritto ad una seconda ( quando non una terza o una quarta) possibilità per essere finalmente felice e amato.

Siamo un’ associazione rescue ; non sempre è possibile ricostruire la storia, o l’intera storia, dei carlini delle cui adozioni ci occupiamo. Si fa sempre il possibile per avere un quadro esatto della situazione,ogni nostro carlino viene visitato e fa esami di laboratorio completi, inclusi i test per la leishmania, filaria, e profilo emoparassitario completo.  Non possono però escludersi  problematiche non evidenti al momento del nostro intervento. Si tratta sempre di carlini “con un passato” , noi ci occupiamo del loro presente, ma soprattutto ci occupiamo di garantire ad ognuno di loro un futuro,  un futuro protetto, sereno, felice, e pieno d’amore, per sempre.

ADOTTARE UN CARLINO NON VUOL DIRE “NON DOVRO’ SPENDERE” : l’adozione, sicuramente, non costa nulla. Le terapie e le cure necessarie dopo l’adozione invece costano, e non sempre sono prevedibili. Il carlino è soggetto a diverse problematiche specifiche, e i costi veterinari nell’arco della vita possono essere considerevoli, e vanno sempre considerati e previsti da ogni richiedente.  Questo è vero in assoluto, e in modo particolare per i carlini di cui ci occupiamo, le cui condizioni di salute sono spesso valutabili solo in parte al momento dell’affido , e in ogni caso ognuno di loro ha bisogno di ricevere cure idonee per diverso tempo prima di tornare in condizioni di salute ottimali. L’intervento di sterilizzazione ( sempre obbligatorio salvo esoneri causa età o stato di salute dell’adottato ), costa, e la scelta di un veterinario realmente competente in chirurgia su cani brachicefali – scelta di vitale importanza nel caso del carlino – non può essere basata unicamente su “dove costa meno”. In breve, adottare un carlino non costa nulla, riportarlo e mantenerlo in condizioni di salute ottimali per tutta la sua vita ,sì.  La cura ottimale del proprio cane NON può essere considerata “spesa straordinaria” , nè spesa rimandabile. La cura ottimale del carlino richiede, quando tutto va bene, diverse centinaia di euro all’anno. In caso di problemi particolari, visite specialistiche, esami o accertamenti specifici, e chirurgia, le spese da considerare  possono arrivare velocemente alle migliaia di euro. Se il vostro budget familiare non consente di tollerare aumenti delle spese, meglio evitare.

LO SCOPO DELLA NOSTRA ASSOCIAZIONE NON E‘  quello di dare un carlino a chi lo desidera per amore o simpatia verso la razza, ma è il  garantire ad un carlino che ha sofferto oppure è stato tenuto in modo inadeguato di proseguire la sua vita in un contesto “carlino- consapevole” , come diciamo noi. Il carlino è un cane meraviglioso ma “diverso” , diverso proprio per caratteristiche ed esigenze fisiche, e per attitudine caratteriale.Almeno la metà dei carlini che abbiamo fatto adottare provengono purtroppo da famiglie che li avevano scelti perchè “belli e simpatici o dolci e buffi o altro”, o presi per i propri figli, o ricevuti per Natale o altro, con risultati che , a distanza di qualche anno, vediamo purtroppo tutti i giorni.

NESSUNA RICHIESTA VIENE PRESA IN CONSIDERAZIONE SENZA QUESTIONARIO DI VALUTAZIONE COMPILATO. Il questionario può essere richiesto seguendo la procedura indicata alla pagina Come Fare Richiesta di Adozione , inviando una accurata e-mail di presentazione all’indirizzo leonspugrescue@gmail.com) ,ricordando di specificare età e città di residenza, dopo aver preso visione delle indicazioni contenute in questa pagina. Ogni e-mail eventualmente inviata senza tener conto dei punti sopra elencati, verrà cestinata.

LA ZONA DI ADOTTABILITA’ SPECIFICATA IN OGNI APPELLO NON E’ MAI MODIFICABILE.

Le nostre adozioni sono sempre possibili nel Nord e Centro -Nord Italia, più raramente nel centro Italia , sempre nella regione in cui il carlino già si trova o nelle regioni alla stessa limitrofe , (essendo sempre stato lì, o che ci sia arrivato nel momento in cui è stato da noi recuperato , spesso dovendo provvedere a terapie veterinarie e cure urgenti, sempre presso veterinari di nostra scelta e fiducia ).

Non si considerano richieste al di fuori delle zone di adattabilità indicate, a garanzia di una gestione totalmente sicura di ogni fase dell’adozione e delle necessarie verifiche , prima, durante , e dopo.

In ogni nostro appello di adozione è chiaramente indicata una zona di adottabilità specifica, sempre costituita dalla regione in cui il carlino si trova  e – salvo specifiche limitazioni –  dalle regioni alla stessa limitrofe ( intendendo con questo termine indicare non un confine geografico bensì circoscrivere un numero massimo  - o meglio ,  ”minimo” – di ore di macchina  - unico mezzo di trasporto considerato –  che siamo disponibili a prendere in considerazione per ogni nostro affido) . Non vengono mai autorizzati viaggi di alcun tipo.

Vi preghiamo di non inviarci richieste per adozioni in corso se al di fuori delle zone di adottabilità indicate nei rispettivi appelli. Le richieste ugualmente inviate, non tenendo conto di questo punto, verranno cestinate.

IL MODULO DI AFFIDO HA VALORE LEGALE. Ricordiamo che ogni nostra adozione prevede la disponibilità a  controlli pre e post affido, e che per l’adozione  sono richiesti dati e documenti personali, firma sul legale modulo di affido e sulla modulistica per le Asl competenti.

LA STERILIZZAZIONE E’ OBBLIGATORIA per ogni nostra adozione, salvo esoneri causa età o stato di salute dell’adottato. La sterilizzazione viene preferibilmente effettuata da noi prima dell’affido , quando l’intervento risulta possibile e compatibile con lo stato di salute e in particolare con l’esito del controllo ecocardiografico durante il periodo dello stallo. In tutti gli altri casi, l’adottante è tenuto a sterilizzare il carlino\a adottato entro i tempi indicati sul modulo di affido, presso veterinario da noi indicato su modulo di affido , anche se in altra regione.

Il carlino è notoriamente esposto a rischi anche gravi a seguito di anestesie ed interventi chirurgici , se non eseguiti da veterinari realmente dotati di un’esperienza specifica ; la presenza accertata di un veterinario di fiducia  ” a prova di carlino” , e in caso contrario la disponibilità da parte della famiglia adottante a spostarsi per trovarlo,  per eventuale chirurgia , rientra assolutamente tra i nostri criteri di valutazione preaffido.

A tutela della stabilità del futuro dei nostri carlini, non si considerano – salvo eccezioni se tali ritenute dal Consiglio Direttivo –  richieste di adozione da parte di persone al di sotto dei 25  e al di sopra dei 65 anni di età.

SERIETA’, RISPETTO, AFFIDABILITA’, IMPEGNO  La valutazione preaffido inizia dalle prime righe che riceviamo via e-mail , proseguendo con la considerazione del tempo dopo cui è stato rinviato il questionario , con i tempi di risposta alle telefonate, e in generale con la sollecitudine , la serietà e il consapevole rispetto con cui viene affrontata l’intera procedura di valutazione – inclusa l’immediata disponibilità al controllo preaffido. Questo vale naturalmente solo per quelle richieste che vengono prese in considerazione, riscontrando nelle stesse l’esistenza o la comprensione di tutti i punti finora elencati , ed avviando quindi la procedura di valutazione. Adottare un cane, nel nostro caso un carlino sempre adulto e già con un passato spesso difficile alle spalle , è una scelta  non reversibile che condizionerà la vostra intera vita , per molti ( si spera) anni a venire. Durante la fase di valutazione, non dovrebbe esserci nulla di più importante, o che possa essere considerato maggiormente prioritario. Se ci vogliono settimane per rinviare il questionario, se successivamente le nostre telefonate vanno a vuoto o ottengono tiepide risposte, se fissare un appuntamento con un nostro collaboratore per un controllo presso la vostra abitazione  è “complicato”…non è a noi che dovete rivolgervi, e probabilmente l’adozione non è la scelta giusta per voi. Con l’occasione ricordiamo che i costi telefonici da noi sostenuti sono molto significativi, ed evitare inutili sprechi di tempo e risorse è sempre gradito e necessario.

INFINE… Lo standard di sicurezza richiesto per le nostre adozioni è il cento per cento. Nel nostro caso, per i carlini in cerca di casa, il problema non è mai “SE” trovano, ma “CHI” trovano. Noi non facciamo tentativi, e non corriamo rischi.
La paura di sbagliare, sulla pelle di una creatura indifesa che è affidata a noi per trovare la casa e l’amore che merita di ricevere, è sempre presente, e non ci consente di essere più “ flessibili”.  L’assoluta sicurezza delle nostre adozioni è la nostra assoluta priorità…e i risultati delle nostre adozioni parlano da soli.

Siamo consapevoli che sicuramente qualche potenziale buon adottante non potrà raggiungerci , a causa dei nostri standard di idoneità “non trattabili”, ma è un rischio che corriamo volentieri, al posto del rischio di un affido sbagliato.

Vi ringraziamo per la vostra comprensione e collaborazione e ci scusiamo con quanti rimanessero “esclusi” , nostro malgrado.

15 Comments

leave a comment
  1. valeria arena / Nov 15 2011

    amiamo molto i carlini e conosciamo molto bene questa razza, mia cognata ha una meravigliosa carlina di 6 anni, la piccola Soffia, a cui tutti siamo molto legati.Vorremmo accogliere un altro Carlino nella nostra famiglia, non importa l’età, nè il sesso, qui troverà una casa accogliente, un grande parco e tante coccole. Siamo di gazzo veronese ( vr).

  2. roberta spada / Sep 13 2012

    ho già carlotta,un carlino di 13 anni,sono venuta a conoscenza della vostra
    associazone tramite tatiana e giacomo,che hanno adottato lola e continuano a prendere in affido chi capita….
    ci piacerebbe (a me e mio marito) aiutarvi prendendo anche noi in affidamento carlini bisognosi…
    grazie
    roberta daniele

  3. sabrina peirano / Jan 20 2013

    buongiorno a tutti,
    io sono Sabrina e da 1 mese sono ufficialmente e orgogliosamente mamma di Kelly, una carlina di quasi 6 anni alla quale sto cercando di dare tutto l’amore e le coccole e attenzioni che merita e che purtroppo non aveva avuto prima d’ora.. aver adottato kelly è stato in assoluto il mio piu’ bel regalo che abbia ricevuto in vita mia e vorrei tsnto poter dare a uno dei vostri carlini lo stesso amore e attenzioni.. sono della provincia di cuneo..
    complimneti x la vostra associazione, il vostro impegno..
    sabrina

  4. Rosanna / Feb 4 2013

    Ho una Carlina femmina di nome Caramella è la mia dolczza
    Ha 8 anni e vive a roma con un bellissimo gatto femmina di 14 anni .
    Lei era in un negozio e stava malissimo , veniva dalle carrettate rumene , aveva la polmonite e allora con mia figlia l’abbiamo comprata e curata.
    Ora da due anni soffre di attacchi epilettici ma è curata e sotto controllo e ora non li ha più.
    Io prima di lei non conoscevo questa razza e non mi piaceva perchè la vedevo sempre con i Vip a me non simpatici , poi con lei è stato subito amore.
    Non voglio pensare di non averla
    Rosanna

  5. Raffaella / Feb 6 2013

    Buonasera ho due carlini meravigliosi Nina e Ciro vorrei solamente un consiglio,un bravo veterinario per loro in provincia di Treviso devo sterilizzare Nina e far visitare Ciro per un consiglio sul problema del palato molle visto che mi è già svenuto parecchie volte,spero che mi possa aiutare a presto Raffaella

  6. paola Meriano / Aug 13 2013

    Buonasera, mi chiamo Paola abito in liguria con la mia famiglia e i miei meravigliosi piccoli Pepe uno schitzu e Piggy il mio amatissimo carlino di 5 anni. Piggy nei suoi primi 3 anni di vita ha sofferto tanto e noi con lui, ha avuto oltre alla sindrome autoimmune ,parecchi problemi respiratori come Alvin .
    Siamo riusciti a sottoporlo all’intervento per correggere il problema del velopendulo.oggi sta bene,pero’e’ sempre molto delicato .
    Sono qui a domandarvi, visto che e’ dal 15-7 che non leggo notizie su Alvin, come sta ? Mi auguro ,che come il nostro Piggy , migliori di ora in ora.
    Noi vorremo tanto poter aiutare uno dei vostri cuccioli , dandoGli/Le una mamma e una famiglia che lo ami . Quello che tutti voi fate e ‘ AMMIREVOLE.
    grazie Paola

  7. barbara de lupis / Oct 2 2013

    mi complimento sinceramente di così tanta attenzione ,e di così tante precauzioni prese dalla vostra organizzazione prima di affidare questi delicatissimi amici nelle mani di persone completamente sconosciute ! io sono una mamma felice di una carlina e di due altri piccolini tra cui uno
    adottato a febbraio con un’adozione del cuore! ho avuto amici a quattro zampe da sempre e ho avuto anche un’altro carlino ,che ora non c’è più..vorrei ricevere il questionario per poter accedere alla possibilita’ di avere un’altro piccolino nella mia famiglia.un saluto b.

  8. Nicola / Oct 29 2014

    Ciao Piccolo Principe…questa volta il viaggio è’ davvero finito.Non sono riuscito ad avere il coraggio di tenerti ancora qualche ora con me,nonostante fino all’ultimo i tuoi bellissimi occhioni cercassero il mio sguardo.Avevo paura,Billy…avevo paura di fraintendere quella che è’ stata la nostra avventura insieme,durata quasi 14 anni…avevo paura di capire che tu comunque,forse,avresti voluto stare ancora un po’ con me…avevo a mia volta paura di farti capire che di lì a poco ti saresti addormentato per non svegliarti più.Spero mi perdonerai,tesorino bello.Sai,eri bello anche quando il tuo cuoricino tanto forte ormai non batteva più.Sei sempre stato bellissimo,sia quando sei stato nel pieno delle forze,sia ultimamente che,da vecchietto,ne hai affrontate e anche passate delle belle.Proprio durante il tuo ultimo periodo hai dato veramente una grandissima lezione a tutti,sei caduto(quando per varie traversie le zampette non ti reggevano)e ti sei saputo rialzare.Gli stessi veterinari rimanevano sorpresi dai tuoi recuperi al limite del miracoloso.Forse il mio amore ti ha un po’ aiutato,ma la differenza l’ha fatta sicuramente la tua voglia di vivere.Sei sempre stato forte e coraggioso,ma adesso sono rimasto senza di te,piccolino…Sto scrivendo queste righe con la tua dolcissima Puma,e sto provando una sensazione strana…manchi da morire, Billy, e non esagero nel dire che per me la vita non sarà comunque come prima.Adesso tu avrai attraversato il Ponte dell’Arcobaleno,e mi consola davvero che,dove sarai adesso,starai sicuramente bene.E ancora di più mi incoraggia il credere che un giorno,in qualche modo e da qualche parte,ci ritroveremo,e staremo sempre insieme.Spero anche di essere riuscito a restituirti anche solo il 10% di quello che mi hai dato tu,anche se mi bastava un tuo sguardo per aprirmi il cuore.Sei stato una delle cose più importanti della mia vita,e,credimi,sono convinto che se sono anche minimamente migliorato come persona in questi anni,il merito è anche tuo,amore bello.Adesso ti saluto,Billy…adesso che il nostro viaggio insieme e’ davvero finito,ricordati di quanto ti ho voluto bene…Ciao,tesorino,sarai sempre con me…Nicola

    • manuela / Jan 31 2015

      Caro Nicola, leggo oggi questa tua meravigliosa lettera al tuo amatissimo carlino Billy.
      Anch’io ho dovuto decidere di lasciare per sempre la mia carlina Agata dopo 10 anni,e l’ho tenuta in braccio fino all’ultimo mentre si “addormentava”. Pensavo che quello sarebbe stato il momento peggiore, ma mi sbagliavo, la mia inesperienza (Agata era il mio primo cane) me lo faceva credere.
      Ho scoperto poi, dopo quel 9 dicembre, quanto la vita sarebbe cambiata : un dolore terribile, ogni giorno, e ogni giorno di piu’, che non riesco a descrivere né ad esprimere con parole mie.
      Per questo motivo ho scelto le parole di questa poesia di Montale, che ho amato fin da quando ero ragazza :

      “Ho sceso, dandoti il braccio, almeno un milione di scale
      E ora che non ci sei e’ il vuoto ad ogni gradino.
      Anche cosi’ e’ stato breve il nostro lungo viaggio.
      Il mio dura tuttora, né piu’ mi occorrono
      Le coincidenze, le prenotazioni,
      le trappole, gli scorni di chi crede
      che la realta’ sia quella che si vede.

      Ho sceso milioni di scale dandoti il braccio
      Non gia’ perché con quattr’occhi forse si vede di piu’.
      Con te le ho scese perché sapevo che di noi due
      Le sole vere pupille, sebbene tanto offuscate,
      erano le tue.”

      Grazie Nicola, anche se non ti conosco.
      Mi hai fatto sentire meno sola, e parte di un insieme di persone che come me hanno conosciuto la purezza dell’amore di un esserino unico come il carlino sa essere.
      ciao Manuela

  9. Federica Elettrini / May 8 2015

    Buongonasera mi chiamo Federica la mia Carlina si chiama Carlotta è presto compirà 8 anni, e’ da qualche anno che vi seguo e cerco di convincere mio marito a prendere un fratellino o una sorellina a ” mia figlia “. Be’ forse questo è L’ anno giusto !

  10. GIORGIA / May 13 2015

    Buongiorno a tutti,

    mi chiamo Giorgia abito a Caracas con la mia famiglia e il mio bellissimo Carlino di 3 anni.Ho bisogno di un consiglio urgente…Da qualche giorno ho sottomesso il mio carlino a dieta,con il consiglio di un veterinario…dovrebbe perdere 3 chili e mezzo in 3 mesi,per poter viaggiare in cabina e non in stiva.
    La mia grande preoccupazione e se sto mettendo in pericolo la salute del mio amatissimo Carlitos.
    Purtroppo non ho tante opzioni,giusto che le aerolinee permettono un trasporto di peso massimo di 8 chili con trasportino incluso.La razza pug non puó viaggiare in stiva dovuta al naso all´insú,e soggetto a particolari condizioni.
    Carlitos pesa 9 chili e mezzo,ha 3 anni.Dovrebbe perdere 3 chili e mezzo in 3 mesi…il veterinario dice che ci sono speranze,anche se sono troppi per l´ etá di Carlitos.Sono veramente confusa,non vorrei mettere in pericolo la saluta del mio carlino..
    Grazie,Giorgia

    • admin / May 13 2015

      Gentile Giorgia ,siamo molto sorpresi delle indicazioni da lei ricevute, pensare di far perdere 3 kg ad un carlino di 9 o 10kg di peso sarebbe come pensare di far perdere 20 kg ad una persona di peso normale. A parte i rischi per la salute, per ottenere un risultato del genere lei dovrebbe portare il suo carlino ad uno stato di grave denutrizione, affamandolo, con rischi non calcolabili per il suo equilibrio psicofisico. Il carlino e i viaggi in aereo in linea di massima non sono compatibili. La stiva è esclusa, ma anche la cabina non è esente da rischi , e questo a prescindere dal peso consentito. Potrebbe chiedere al suo veterinario un certificato che attesti che il suo carlino a causa della sindrome brachicefalica non può assolutamente viaggiare in stiva, non è comunque detto che il cane nel trasportino venga pesato, ma questo dipende dalla compagnia aerea. Sconsigliamo la drastica dieta che le è stata consigliata.La compagnia aerea non dovrebbe potersi opporre in presenza di certificato medico, dovrà tuttavia accertarsi di ciò preventivamente contattando la compagnia stessa.

      • GIORGIA / May 13 2015

        Grazie per la vostra attenzione.

        Sospenderò di immediato la dieta a cui é stato sottomesso Carlos.
        Seguirò il vostro consiglio,chiamerò a tutte le aerolinee,qualcuno dovrà pur ascoltarmi.

        Grazie mille

        Giorgia

  11. un amico... / Jun 15 2015

    … sapeste quante volte ho aperto questa pagina, quante volte sono stato lì pronto per compilare il questionario per diventare zio di un qualche Carlino. Uno qualunque di quelli che vedo ogni giorno su facebook, che mi fanno battere il cuore tanto quanto la mia, che ha quattro anni e parecchi problemi che affrontiamo ogni giorno. Allergie, intolleranze alimentari, malassezia. Conosco la razza, ero consapevole che avrei affrontato problemi. Ciò di cui non ero consapevole era quanto infinito amore queste meravigliose creature possono dare, quanti sorrisi, quanta gioia. La mia viene con me dappertutto, non programmo mai nulla che non possa prevedere la sua presenza. E’ venuto con me in tenda in montagna, in viaggio per piccoli paesi. Sono diventato con lei amante dei prati verdi, dei campi solitari. Delle piccole cose che con lei ho riscoperto. So – tristemente so – che in questo momento non potrei permettermi di adottarne uno. Non fosse altro perché non potrei permettermi spese mediche ulteriori. La vostra serietà la condivido tutta. E’ pure la mia. Un giorno, quando potrò farlo, lo farò. Zio o adottante, sponsor o semplice staffetta potrete contare su di me. Intanto vi seguo con passione nutrendomi un poco anche del vostro infinito amore per queste creature. Vi abbraccio. Sono con voi, per quel che posso.

  12. Christian Croce / Mar 13 2016

    Complimenti per serietà e professionalità ma sopratutto l’amore che si evince anche solo leggendo poche pagine del vostro sito, per questo piccolo grande pelosino.

Leave a Comment