Skip to content

ADOTTARE (la procedura)

Se vuoi adottare, non aspettare ! Non aspettare di vedere ‘quell’appello di quel carlino\a speciale’.  

Questo innanzitutto perché, per quanto sia assolutamente comprensibile – e  il nostro questionario stesso lo richiede –  indicare una preferenza ove presente per uno dei nostri carlini in attesa della loro vera famiglia per sempre, un’adozione rescue non è però una vetrina dove scegliere chi piace di più, ignorando tutti gli altri. Nessuna richiesta ‘ solo per’ viene mai presa in considerazione . Inoltre, non sempre gli  appelli dei nostri carlini in  attesa adozione sono visibili o immediatamente visibili  sul nostro sito. Prima di pubblicare  se necessario l’appello, lavoriamo sempre sulla base dei richiedenti già in corso di valutazione. Richiedere e rinviare quindi il nostro questionario di valutazione è il solo modo per essere contattati direttamente, previa valutazione positiva del questionario stesso , per gli ulteriori accertamenti in relazione alle nostre adozioni in corso… o in arrivo.

Consigliamo quindi di richiedere e compilare il questionario in modo da poter avviare la procedura di valutazione  e il controllo preaffido. Quando possibile, questo consente di ridurre enormemente il tempo di attesa per i nostri carlini, che in presenza di una famiglia già preaffidata e valutata idonea e compatibile possono essere affidati senza lunghissime attese a casa dei loro zii salvacarlini.

Se interessati a proporvi come adottanti potrete inviare al nostro indirizzo e-mail :leonspugrescue@gmail.com  un’ e-mail di presentazione, il più accurata possibile ( ricordando sempre di specificare la città di residenza e la vostra età) ,  richiedendo il nostro questionario di valutazione. 

Ricevono risposta soltanto le e-mails correttamente inviate seguendo la procedura e le modalità descritte alla pagina ‘ Come Fare Richiesta di Adozione’ , e solo se entro le zone di adottabilità indicate. 

Le nostre valutazioni non sono volte a “ giudicare” nè “ rifiutare” eventuali richiedenti ritenuti non idonei a nostre adozioni , ma semplicemente assicurare ad ogni carlino a noi affidato l’adozione realmente adatta a lui\lei, in considerazione del suo vissuto specifico, unitamente ad una gestione sempre assolutamente sicura di ogni fase dell’affido \preaffido e post-affido.

 

Cogliamo l’occasione per ricordare a tutti che “adozione” e “regalo” sono due termini diametralmente opposti.

Richieste , a noi frequentemente rivolte, come “sto cercando un carlino puro cucciolo da adottare ” oppure  ”mi piace tanto il carlino vorrei comprarlo ma costa troppo”  , non hanno alcun senso per noi, e rispondere a tali richieste non rientra nell’area di pertinenza di una associazione Rescue.   Un’adozione rescue non è una facile alternativa all’acquisto, nè può essere una scelta motivata solo dal desiderio di non spendere.

Adottare un carlino adulto e spesso proveniente da situazioni difficili non  è come comprare un cucciolo in allevamento. 

Se ciò che cerchi è un cucciolo, consigliamo di rivolgersi ad un allevatore serio e certificato .  

Leon’s Pug Rescue Salvacarlino non è contro tutti gli allevatori,indistintamente. In un mondo ideale, i cani  non dovrebbero essere venduti ,  ma la realtà invece ci dice che  : 1 ) se ammetti l’esistenza del cane di razza, devi ammettere , per molte ragioni che non riteniamo di dover riassumere in questa sede, l’esistenza dell’allevatore certificato , e 2 ) le persone non smetteranno mai di acquistare cani , e allora a nostro avviso bisogna prendere posizione chiaramente, per informare, e per essere di aiuto nel combattere le moltissime forme di commercio di cuccioli (e non solo cuccioli) chiaramente configurabili come maltrattamento, e alle quali bisogna opporsi, con forza, tutti insieme. Esistono pochi (pochissimi) allevamenti seri e responsabili, certificati per codice etico, che sono consapevoli della necessità di allevare eticamente e responsabilmente, senza contribuire ad alimentare il numero degli abbandoni , e senza finanziare gravissime forme di maltrattamento legate al traffico dei cuccioli dall’est europa, e “cagnari” di varia natura. Siate consapevoli che i cuccioli venduti nei negozi, per non dire in fiere, mercati on line e quant’altro, arrivano dalle “puppy mills”, fabbriche di cuccioli, dove le “fattrici” vengono tenute segregate in piccolissime gabbie, sfornando cuccioli in continuazione, per poi essere uccise quando non sono più in grado di procreare. Siate consapevoli che questi stessi cuccioli vengono spediti, ammassati in camion non ventilati, stipati uno sull’altro, in gabbie minuscole, tolti alle loro madri prematuramente. Molti muoiono durante il viaggio. Quelli che arrivano vivi, quasi sempre sono malati.Questo è il prezzo dello ‘ sconto’, del cucciolo di razza sottocosto. Le cucciolate private favoriscono indirettamente questo stesso tipo di mercato. Siate consapevoli. Nessuno dovrebbe più poter dire ” io non sapevo”.

Adottare un carlino “rescue” è innanzitutto un gesto d’amore … ma l’amore, da solo non basta. Un carlino rescue, richiede consapevolezza dei tempi di recupero necessari per ogni cane adottato, differenti a seconda del soggetto e soprattutto della situazione di provenienza. Un carlino rescue può non avere mai avuto una famiglia, se ha passato gran parte della sua vita in allevamento ; oppure può avere un passato di maltrattamento, o di abbandono,o canile,  oppure ancora può avere alle spalle già diversi cambi di famiglia – spesso di male in peggio – tramite quell’ infinita catena di “cessioni fai da te ” che purtroppo è sorte condivisa di moltissimi cani soprattutto di razza , spesso acquistati per futili motivazioni o come regalo per i figli , e altrettanto spesso “ceduti”, o rivenduti tramite siti commerciali, chi due chi tre o più volte. 

Non tutte le razze sono adatte a tutti, e non tutti gli adottanti sono adatti ad ogni razza, o ad ogni cane.I carlini di cui ci occupiamo hanno tutti un passato, che può essere drammatico, o “semplicemente” non idoneo.  Tutti i carlini che arrivano da noi  hanno già “errori”, dietro alle loro piccole spalle. Errori di cui non hanno colpa.  Noi cerchiamo per ognuno di loro un futuro illuminato dal rispetto, dalla consapevolezza, la competenza, la comprensione …e dall’amore, quello vero. 

Se avete già un carlino ( o altro cane di piccola taglia) e desiderate adottarne un secondo, tenete presente che i tempi di recupero possono essere più o meno lunghi, e coinvolgere non sempre felicemente , all’inizio , il vostro carlino\a , per tutto il periodo di adattamento , fino all’integrazione con il nuovo arrivato.

INFINE : ci sono richieste che vengono respinte per non idoneità in base ai nostri criteri di valutazione, ma anche richieste che non vengono accettate in quanto , pur in presenza di alcuni dei parametri richiesti, non risultano compatibili con un’adozione tramite la nostra associazione Rescue.  

A questo proposito, vorremmo sottolineare che  adottare tramite la nostra associazione Rescue non è come adottare da un canile ; in entrambi i casi si tratta di cani che hanno un passato, e attendono il loro futuro. Le similitudini però finiscono qui, guardando il loro presente. Le differenze sono abissali, a partire dal fatto che il cane che esce dal canile è subito più felice, mentre il carlino che lascia i suoi zii salvacarlini è smarrito e confuso, almeno per i primi giorni, da cui la nostra spasmodica attenzione al contesto di affido, che non deve presentare alcuna difficoltà aggiuntiva, e alle modalità del periodo di inserimento. Un ultimo sforzo, con la zampa sul cuore. Non li lasciamo mai veramente del tutto, i nostri adottanti lo sanno…e chi pensa di diventare un nostro adottante, dovrebbe forse ragionare anche su questo.Ognuno dei nostri carlini – che sia giovane o anziano, sano o malato -  ha un passato, una storia a volte solo sbagliata, a volte drammatica. E quando vedete l’appello del nostro “principino salvacarlino “beatamente addormentato sul lettone degli zii e in attesa della sua mamma per sempre…non si dovrebbe mai dimenticare ciò che viene prima, anche se non lo vedete. E’ vero, con noi stanno bene , anzi benissimo, e quando vengono infine affidati alle loro famiglie per sempre, molto accuratamente selezionate  con rigore e rispetto per ogni piccolo destino a noi affidato , sono sempre molto diversi da quando erano arrivati. Poniamo sempre un’estrema attenzione al momento del distacco ” dagli zii” , momento sempre difficile dato che il carlino in stallo ovviamente non sa di essere in stallo. Ciò detto , dato che queste creature non sono partorite dalla nostra immaginazione ma ESISTONO a prescindere da noi e si trovano ad avere oggettivamente bisogno del nostro aiuto in un dato momento della loro vita , non c’è alcun dubbio che la cosa migliore per loro sia attendere la conferma della loro adozione – e nel frattempo ricevere ogni cura necessaria e ogni attenzione – a casa dei loro zii salvacarlini, per tutto il tempo necessario.  Ma è una situazione provvisoria – salvo le poche eccezioni relative a quelle adozioni iniziate come “stallo dagli zii”. In tutti gli altri casi, e cioè normalmente, il carlino in stallo dai suoi zii salvacarlini vive in un contesto che presenta in tutto e per tutto le caratteristiche che avrà la sua adozione definitiva ,meno una : la stabilità di un’adozione definitiva, la certezza della sua famiglia per sempre.Questo, andrà ricostruito, con amore e pazienza.Non uno dei carlini da noi affidati ha avuto problemi a superare il distacco dai suoi zii, operazione sempre possibile e sempre superata con grande successo ,a patto che il contesto di affido sia veramente quello giusto e interamente compatibile con il singolo caso. Nel momento in cui il carlino lascia la casa dei suoi “zii”, spesso la prima nella quale sia mai stato realmente amato e curato , DEVE immediatamente ritrovare lo stesso tipo di contesto, e abitudini  nella famiglia affidataria. Più di 500 carlini sono stati da noi affidati ad oggi  secondo queste modalità, e ognuno di loro ha superato il periodo di inserimento senza alcun problema, date le molte precauzioni e attenzioni sempre rivolte a questo momento così importante per loro, e per noi.

 

Infine, si rende noto che non ci è possibile prendere in considerazione richieste di adozione da parte di persone\ famiglie che siano precedentemente entrate in contatto con noi in qualità di cedenti.

PRENDI VISIONE DELLE PAGINE ‘ Come fare richiesta di adozione’ e  ’ Vuoi inoltrare una richiesta ? Prima leggi qui ‘ , prima di contattarci !

Le richieste ugualmente inviate non tenendo conto di quanto specificato alle pagine indicate non ricevono risposta. Grazie.